Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Dopo una lunghissima e numerosa serie di interventi e di aggiustamenti la vicenda del superbonus è ancora molto lungi dall’essere conclusa. Già si parla di prorogare l’esercizio della detrazione dai 4 anni attuali a ben 10 anni – con quali conseguenze per le imprese è facile immaginare – al netto di eventuali operazioni compensative.

Tra breve vedremo le conseguenze disastrose di questa politica economica e la permanente, anche se non sappiamo quanto voluta, indeterminatezza dei costi dell’operazione superbonus fa pensare ad una colossale operazione di scaricabarile”.

È quanto si legge in un documento approvato dal Consiglio Nazionale di Federcontribuenti a prima firma del Presidente Marco Paccagnella e del Segretario Generale Flavio Zanarella. Nel documento si chiede ”quali alternative si propongono per avere lo stesso impatto sul rapporto deficit/pil considerando che nessun paese come l’Italia si e’ resa protagonista di un recupero, a dir poco record, dalla crisi indotta dalla pandemia”.

Federcontribuenti sottolinea come ”a distanza di mesi che si navighi nella nebbia per quanto concerne i veri costi di questa importante e surreale iniziativa governativa e i recenti dati usciti da bankitalia contribuiscono a gettare ulteriori nubi sulla regolamentazione del superbonus. E’ certo che si sia trattato di una iniziativa che mancava di tutto un ecosistema, citiamo per esempio la possibilità non solo di trasferire il credito, ma anche, importantissimo, di cartolarizzarlo come si fa negli Stati Uniti da decenni, inserendolo nel portafoglio di fondi, assicurazioni, family office”. L’associazione dei consumatori fa presente come ci si trovi in una situazione ”nella quale se ai crediti fiscali finora emessi si omette la possibilità della circolazione e una relativa monetizzazione si otterrà solamente il blocco delle attività, disoccupazione e fallimenti a catena, con buona pace del rapporto deficit/pil e della Commissione Europea e dei suoi relativi obblighi di mantenimento/riduzione del deficit importati dal patto di stabilità, oggi nuovamente approvato e revisionato”.

Federcontribuenti chiede di rendere lo strumento dei crediti fiscali negoziabile con aumento dell’ afflusso di euro nell’ economia e quindi la crescita del Pil.

“Studiare, per il futuro – a parere di Federcontribuenti – il meccanismo dello sconto in fattura associato alla cessione del credito può permettere a chi non ha soldi di fare i lavori, ma anche di preservare lo strategico settore dell’edilizia. Ma il governo – conclude il documento del Consiglio Nazionale – sta facendo l’opposto pensando di salvare i conti pubblici, per i quali però, a distanza e a dispetto di mesi di polemiche non ha implementato alcun sistema di monitoraggio dei bonus erogati”.

Iscriviti al nostro canale Whatsapp e rimani aggiornato.
Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui