Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   



Attualità

Tra le proposte di emendamento al disegno di legge di conversione del DL 39/2024 la reintroduzione dell’opzione per il Superbonus, il bonus barriere architettoniche e in parte per la remissione in bonis

martedì 30 aprile 2024


Pasqualina Ciancio



fonte Shutterstock

Il Parlamento ha deciso di riaprire la partita relativa alle opzioni di Cessione del credito e Sconto in fattura e lo fa attraverso una serie di emendamenti proposti al disegno di legge di conversione del DL 39/2024.

In particolare, gli emendamenti presentati prevedono meno vincoli per il Superbonus, il bonus barriere architettoniche e in parte anche per la remissione in bonis. Infatti, nel provvedimento ora all’esame del Parlamento ed entrato in vigore il 30 marzo scorso sono contenute una serie di misure per la tutela della finanza pubblica nel settore delle agevolazioni fiscali in materia edilizia e di efficienza energetica che limitano di fatto i bonus edilizi.

La misura è stata adottata dal governo sulla scia del decreto Blocca cessioni” (DL 11/2023).

Bonus barriere architettoniche con cessione del credito fino al 2025

Uno degli emendamenti presentati prevede di proseguire con l’opzione di cessione del credito fino al 31 dicembre 2025 per interventi incentivabili con il bonus barriere architettoniche.  Una proposta simile è stata avanzata anche per gli interventi di messa in sicurezza antisismica negli edifici residenziali. Infatti, con il DL 39/2024 è stato rivisto pesantemente anche il bonus barriere architettoniche. 

L’ultimo decreto Taglia bonus aveva rivisto pesantemente il bonus barriere architettoniche e per questa ragione diverse associazioni avevano chiesto al governo di riconsiderare la misura e continuare a permettere la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche.

Remissione in bonus: lo spiraglio

Alcuni emendamenti propongono anche di continuare a consentire la remissione in bonis per gli interventi per i quali la copia dell’asseverazione è stata trasmessa all’Enea entro il 30 marzo 2024. Questo consentirebbe di sanare ritardi e imprecisioni nella comunicazione fino al 15 ottobre 2024 che è il termine ultimo per l’invio della dichiarazione dei redditi.

Tra le proposte presentate anche la possibilità di salvaguardare  la cessione del credito e lo sconto in fattura per gli interventi realizzati nelle aree dei crateri sismici, per onlus e Iacp o altri enti di edilizia popolare.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui