Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Più posti di lavoro, diretti o indiretti, grazie ad un aumento della superficie di oltre 200.00 metri quadrati, pari a circa 28 campi da calcio. Si è conclusa la conferenza di servizi, con la regia della Regione Lazio, per approvare il progetto di ampliamento del CAR, il Centro Agroalimentare Roma su via delle Tenute del Cavaliere a Guidonia. Il progetto da 150 milioni di euro, finanziato per la maggior parte da privati con un contributo pubblico, prevede la fine dei lavori entro il 2028. L’ampliamento permetterà al CAR di consolidarsi come primo mercato in Italia e terzo d’Europa, dopo quelli di Barcellona e Parigi. Una volta a pieno regime nel centro lavoreranno circa 5.000 persone

Il progetto

L’estensione interessa le aree che confinano con l’attuale comprensorio del CAR e consentirà di sviluppare un nuovo hub strategico del food attraverso il miglioramento delle attività già presenti e l’implementazione di nuovi servizi integrati nel paesaggio e nel contesto urbano. Inoltre, si stima un aumento produttivo del livello complessivo del CAR di circa 2.000 unità, oltre un impatto indiretto di circa 1800 posti di lavoro impegnati nelle attività di realizzazione del progetto di espansione.

Centro Agroalimentare Roma

Il Centro Agroalimentare Roma è una delle più importanti strutture europee per la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli ed ittici. Per quanto riguarda il mercato ittico, il centro registra una movimentazione di vendita di 800.000 quintali di ittico all’anno che lo rendono già oggi il polo di maggiore sviluppo in Italia. È, inoltre, il primo mercato ortofrutticolo italiano con quasi 19 milioni di quintali di prodotti. Inoltre, dispone di una rete di infrastrutture di supporto alle realtà interne al CAR dotata di 24 piattaforme di preparazione e lavorazione dei prodotti.

Il futuro del centro

Il nuovo Centro Agroalimentare Roma, grazie al nuovo progetto d’espansione, mira a ridurre l’impatto ambientale attraverso l’introduzione di soluzioni innovative nella qualità degli immobili, una gestione efficiente del sistema idrico, l’utilizzo di fonti rinnovabili per il consumo energetico e la presenza di processi digitali che permetteranno di monitorare la sostenibilità della struttura.

Gli elementi costruttivi e di infrastruttura si integrano tramite un approccio aperto e inclusivo con il contesto urbano circostante, permettendo di creare una simbiosi industriale con le aziende del territorio in un’ottica di economia circolare, a beneficio dell’ambiente, dell’economia e della comunità locale.

Il nuovo intervento si prefigura come un HUB di servizi innovativi, connessi alle principali attività del centro, in cui la didattica, l’education e la ricerca in ambito agroalimentare punteranno a rendere il CAR un centro all’avanguardia sia per le grandi imprese sia per le piccole produzioni e attività locali che troveranno in questo luogo il punto di riferimento per crescere in un’ottica di filiera.

Conferenza dei servizi

“Questo intervento lo vedo strategico da due punti di vista – dichiara, a RomaToday, Fabio Massimo Pallottini, direttore generale del CAR – il primo riguarda la filiera della distribuzione del cibo fresco nell’area di Roma. Potenzia la distribuzione e la rende più efficiente e più valida per i consumatori, sia quelli romani che i turisti. Questo intervento – continua – è poi strategico per il sistema metropolitano di Roma. Si riqualifica il quadrante est con attività che hanno una domanda di lavoro importante. Secondo i nostri calcoli stimiamo di avere a regime 2.000 occupati stabili in un’area come questa che soffre di tante difficoltà”. Così, con le 3.000 persone che già operano nel centro, si arriverà ad avere “5.000 addetti diretti. Insieme al porto di Civitavecchia e all’aeroporto di Fiumicino il CAR si conferma una di quelle grandi infrastrutture puntuali che caratterizzano la città metropolitana. Un volano di sviluppo anche per Roma che può contare su questo sistemo esterno al confine comunale”.

“Siamo molto contenti di questo risultato, un traguardo importante che permetterà uno sviluppo sostenibile ed efficiente non solo del Centro Agroalimentare Roma ma di tutta la filiera produttiva del territorio”, dichiara Valter Giammaria, presidente del CAR.

“Il via libera della conferenza dei servizi al progetto di ampliamento del Centro Agroalimentare Roma è un fatto positivo: il Lazio sarà sempre più protagonista nell’ambito della commercializzazione dei prodotti ittici e ortofrutticoli in Italia, in Europa e non solo. Uno sviluppo virtuoso e sostenibile importante e indispensabile per il nostro territorio, anche e soprattutto per il previsto innalzamento dei livelli occupazionali”, ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca. Gli ha fatto eco l’assessore al Bilancio, Giancarlo Righini: “Grazie a questo accordo, il CAR diventa ancora di più un polo d’eccellenza nel settore agroalimentare non solo della nostra Regione, ma di tutto il centrosud. Un esempio virtuoso anche dal punto di visto ambientale in virtù della vocazione verso la sostenibilità e il risparmio energetico”.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui