Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Calcolare l’ISEE corrente si rivela utile quando si verificano variazioni significative nei redditi o nei patrimoni familiari, consentendo di valutare la situazione economica attuale e di accedere a prestazioni assistenziali o bonus che richiedono una valutazione recente della situazione economica. In questa introduzione, si esplora cos’è l’ISEE corrente, come ottenerlo, i suoi utilizzi e le sue implicazioni per i beneficiari.

Cosa si dichiara nell’ISEE corrente?

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) corrente rappresenta una versione aggiornata dell’ISEE, calcolata sulla base dei redditi e dei trattamenti degli ultimi 12 mesi. Questo strumento è disponibile esclusivamente per i nuclei familiari che possiedono già un ISEE ordinario valido. Rispetto all’ISEE ordinario, l’ISEE corrente presenta una significativa differenza: mentre il primo considera i redditi del secondo anno precedente la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), l’ISEE corrente si basa sui redditi dell’anno precedente la richiesta.

L’ISEE corrente è utile quando i redditi o il patrimonio peggiorano e si intende richiedere prestazioni assistenziali o bonus che richiedono un’analisi della situazione economica recente. Si può richiedere in caso di variazione significativa dell’attività lavorativa, del reddito familiare o del patrimonio.

Quando si deve fare l’ISEE corrente?

L’ISEE corrente aggiorna il valore dell’indicatore ISEE 2024, calcolato sui redditi e trattamenti percepiti dal nucleo familiare negli ultimi dodici mesi. In particolare, nel caso di interruzione dei trattamenti o di lavoratore dipendente a tempo indeterminato che abbia subito la risoluzione del rapporto di lavoro, una sospensione dell’attività lavorativa o una riduzione della stessa, è possibile indicare i redditi e i trattamenti percepiti negli ultimi due mesi come base di calcolo del reddito annuale.

I nuclei familiari in possesso di un ISEE ordinario possono richiedere il calcolo dell’ISEE corrente in determinate situazioni:

  • Variazione della situazione lavorativa o interruzione dei trattamenti previdenziali, assistenziali e indennitari non inclusi nel reddito complessivo per uno o più membri del nucleo familiare.
  • Variazione della situazione reddituale complessiva del nucleo familiare superiore al 25% rispetto alla situazione reddituale individuata nell’ISEE ordinario.

Come si fa ad avere l’ISEE corrente?

La Dichiarazione Sostitutiva Unica è un documento fondamentale per ottenere l’ISEE corrente e può essere presentata dal titolare della DSU in corso di validità che si vuole aggiornare o da un componente del nucleo familiare per il quale è intervenuta una delle variazioni ammesse. Ecco i passaggi specifici per comprendere al meglio come richiedere l’ISEE corrente:

  • Verifica delle condizioni: è necessario soddisfare i requisiti per richiedere l’ISEE corrente, come ad esempio aver subito variazioni significative nei redditi o nei patrimoni familiari.
  • Compilazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica: completare la DSU aggiornata con le informazioni sui redditi e i trattamenti percepiti negli ultimi 12 mesi. Questo documento può essere compilato online o presso gli uffici competenti.
  • Presentazione della DSU: inviare la DSU compilata insieme alla documentazione richiesta (come documenti identificativi, certificati di lavoro, ecc.) presso gli uffici competenti, come ad esempio i CAF (Centri di Assistenza Fiscale) o gli enti preposti alla gestione dell’ISEE.
  • Valutazione e calcolo dell’ISEE corrente: una volta presentata la DSU, gli uffici competenti procederanno con la valutazione delle informazioni fornite e il calcolo dell’ISEE corrente sulla base dei redditi e dei trattamenti percepiti negli ultimi 12 mesi.
  • Ricezione dell’ISEE corrente: non appena completate le valutazioni e il calcolo, verrà rilasciato l’ISEE corrente che potrà essere utilizzato per richiedere prestazioni assistenziali, bonus o altri benefici che richiedono una valutazione della situazione economica attuale.

ISEE corrente per reddito di cittadinanza

Una volta ottenuto l’ISEE corrente, è possibile utilizzarlo per presentare la domanda per il reddito di cittadinanza. L’ISEE corrente attesterà la situazione economica attuale del nucleo familiare e sarà utilizzato per valutare l’ammissibilità al reddito di cittadinanza e per determinare l’importo dell’assegno. È quindi fondamentale includere l’ISEE corrente nella domanda per il reddito di cittadinanza e fornire tutte le informazioni richieste dall’INPS.

ISEE corrente: validità per redditi degli ultimi 2 mesi

La validità dell’ISEE corrente è di 6 mesi dalla presentazione della DSU, con possibilità di aggiornamento entro due mesi in caso di variazioni occupazionali o nella fruizione dei trattamenti. In alcuni casi, come l’interruzione di trattamenti assistenziali o la perdita di lavoro, la validità può essere di soli 2 mesi.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui