Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Maiolati Spontini “C’era una volta Giulia, la Vestale”, dal capolavoro di Gaspare Spontini, va in scena l’opera in un atto, in prima esecuzione assoluta, al Teatro di Maiolati Spontini, domani giovedì 2 maggio ore 9.30 e ore 11.30, e venerdì 3 maggio ore 9.30.

Nella città natale del grande compositore, per i 250 anni della nascita, debutta in prima assoluta l’opera in un atto, composta e diretta da Gianluca Piombo, con la drammaturgia e regia di Lorenzo Giossi. Dedicata a un pubblico di bambini e bambine, è adatta ad ogni altra età.

“La Vestale”, arriva al Teatro in un nuovissimo formato pocket appositamente concepito per un pubblico di bambini e bambine, ma adatto a ogni altra età e per questo aperto sia alle scuole che a tutti i cittadini. 

 “C’era una volta Giulia, la Vestale”,  rielaborazione musicale de “La Vestale” è una nuova la produzione della Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con il Comune di Maiolati Spontini, con il sostegno di Ministero della Cultura e Regione Marche, con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana e in coproduzione con il Festival della Valle d’Itria di Martina Franca.

Nella compagnia di canto sono Sabrina Sanza (Giulia), Davide Zaccherini (Licinio), Alexander Ilvakhin (nel doppio ruolo di Cinna e Sommo Sacerdote). In scena, come narratore, è anche Lorenzo Giossi, nei panni di un esploratore. Suona dal vivo il Time Machine Ensemble, giovani solisti sempre più apprezzati a livello nazionale, ensembe nato nel 2019 dalla volontà della Fondazione Pergolesi Spontini, Casa Musicale Sonzogno e Italian Touch con l’obiettivo di realizzare progetti di riscoperta di grandi autori del Novecento o nuovi concept originali di spettacolo dedicati alla musica d’oggi.

In “C’era una volta Giulia, la Vestale”, un giovane archeologo trova, durante una campagna di scavo, un prezioso reperto. Un bassorilievo con rappresentato un tempio, una sacerdotessa, un generale romano e un sacro fuoco. Magicamente personaggi e oggetti prendono vita e iniziano a raccontare e a cantare la loro storia: un grande amore impossibile, il sacro fuoco di Vesta che non doveva spegnersi mai, un destino crudele e l’inaspettato finale.

Con questo nuovo appuntamento, proseguono le celebrazioni per i 250 anni di Gaspare Spontini, inaugurate lo scorso 16 marzo al Teatro Pergolesi di Jesi e il 17 marzo al Teatro Ventidio Basso dal concerto del M° Riccardo Muti, che continueranno per tutto il corso dell’anno con numerosi eventi per celebrare il musicista che, partendo da Maiolati Spontini, divenne compositore di imperatori e re, a Parigi con Napoleone e a Berlino con Federico Guglielmo III di Prussia.

Un lungo omaggio, che affiorerà anche nel Festival Pergolesi Spontini 2024 tra luglio e settembre con gli Spontini Days a Maiolati Spontini, occasione per una rilettura contemporanea di arie dal Fernand Cortez, e per una caccia al tesoro musicale per bambini tra enigmi e indizi spontiniani, e ad Ancona con il Concerto Spirituale dedicato ai più fragili.

Nell’ambito del cartellone lirico autunnale del Teatro Pergolesi di Jesi, dal 1968 Teatro di Tradizione, due su quattro titoli d’opera saranno di Gaspare Spontini: il capolavoro La Vestale (1807), e la prima esecuzione in epoca moderna dell’opera I Quadri Parlanti (1800), uno dei quattro manoscritti autografi ritrovati nel 2016 nella Biblioteca del Castello d’Ursel in Hingene (Belgio).

Biglietti € 5 (posto unico)

Acquistabili direttamente presso il Teatro di Maiolati Spontini da un’ora prima degli spettacoli.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui