Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Sono stati 17 i voti a favore (centrodestra) e 12 quelli contrari (centrosinistra e M5S)

Il provvedimento, in considerazione dell’esigenza della copertura finanziaria necessaria per realizzare e completare la seconda fase della nuova diga foranea del porto di Genova, opera di interesse nazionale, autorizza la giunta a concedere un contributo aggiuntivo, nell’esercizio 2025, a favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale fino ad un massimo di 57 milioni di euro, il 4% del costo totale.

A copertura dell’investimento la Giunta nel 2025 potrà ricorrere all’indebitamento nell’importo massimo di 57 milioni ulteriori di euro, alle stesse condizioni di tasso e durata, rispetto a quelli autorizzati dal Bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2024-2026. Il contributo è concesso quale contributo “marginale” per cui la Regione riduce il proprio apporto grazie ai ribassi realizzati dopo l’affidamento dell’appalto della seconda fase dell’opera fino, appunto, al valore di 57 milioni.

Alessandro Piana, vice presidente della giunta, attualmente presidente ad interim perché il presidente Giovanni Toti è ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta per corruzione e falso, ha detto che il progetto attuale è un seguito di un decreto legge del 2018, attuato in conseguenza del crollo del ponte Morandi, che individuava le opere strategiche per il rilancio di Genova e della portualità nazionale. Questo progetto è stato ribadito come opera commissariata nel 2021 con un altro decreto legge.

Attualmente, si stanno rispettando gli impegni presi con il Ministero delle Infrastrutture e il MEF, l’autorità portuale e la stazione appaltante, nonché con il commissario straordinario Bucci, figure giuridiche ancora attive oggi. Durante la discussione, il capogruppo della Lista Toti Bozzano è stato interrotto dal consigliere Ferruccio Sansa, che ha paragonato l’opera alla diga del Vajont, scatenando una vivace reazione in aula. I consiglieri del centrodestra hanno reagito duramente, accusando Sansa di speculazione e ricordando le vittime del disastro. L’opposizione, sostenuta dal M5S, ha rincarato la dose con il capogruppo Fabio Tosi che ha ricordato il crollo della diga di Nizza nel 1979, che provocò undici vittime. Sia Sansa sia Tosi hanno espresso preoccupazione per il presunto rischio di crollo dell’opera a causa dell’instabilità del fondale marino fangoso, dove venerdì sarà posizionato il primo cassone subacqueo in cemento armato.



 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui