Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Abruzzo
Agevolazioni
Agevolazioni #finsubito
Alghero aste
Cagliari aste
Chieti
Emilia Romagna aste
Firenze aste
Italia aste
L'Aquila
Lazio aste
Lombardia aste
News aste
Olbia aste
Post dalla rete
Roma aste
Sardegna aste
Sassari aste
Toscana aste
Zes agevolazioni
   


Si prevede che la riduzione delle tasse sarà il fulcro del bilancio neozelandese di giovedì, il primo sotto il governo guidato dal Partito Nazionale di centro-destra, con previsioni in peggioramento e calo delle entrate che sottolineeranno le sfide economiche future.

Il partito al governo, guidato dal Primo Ministro Christopher Luxon, ha preso il timone lo scorso ottobre dopo aver fatto una campagna per fornire sostegno alla fascia media schiacciata dei neozelandesi che devono affrontare l’aumento del costo della vita e dei tassi ipotecari.

Il Governo ha ereditato un peggioramento dei conti, con un’economia in recessione tecnica e una banca centrale preoccupata per l’inflazione interna.

“Il nostro bilancio sarà diverso dai bilanci degli ultimi anni: invece di essere un coriandolo di nuove idee di spesa, vedrete esempi di un’attenta ridefinizione delle priorità in quasi tutti i settori del governo”, ha dichiarato il Ministro delle Finanze neozelandese Nicola Willis.

Il Governo ha chiesto alla maggior parte dei dipartimenti e dei ministeri di tagliare tra il 6,5% e il 7,5% delle loro indennità operative. Willis ha detto che le agenzie governative hanno tagliato circa 3.900 ruoli, di cui circa un terzo erano vacanti.

Gli economisti si aspettano che il bilancio sia una lettura sobria, dal momento che le previsioni economiche del Tesoro peggiorano, le indennità operative previste vengono inasprite e il Governo si sbilancia su quando prevede di tornare al surplus.

In occasione dell’aggiornamento semestrale di dicembre, il Governo ha dichiarato che avrebbe riportato i conti pubblici in attivo nel 2026-27, dopo sette deficit consecutivi, ma Willis ha poi affermato che questo non è quasi certamente realizzabile.

TAGLI FISCALI PROMESSI

Ben Thomas, ex collaboratore del National Party e analista politico a Wellington, ha detto che il bilancio non è quello di austerità che alcuni si aspettavano, ma non ci saranno le grandi spese dei bilanci dell’era COVID.

“Il Governo non può effettivamente mantenere la promessa di risolvere la crisi del costo della vita in questo bilancio, ma può fornire un po’ di balsamo con i tagli fiscali promessi”, ha detto Thomas.

Un calo di 1,63 miliardi di dollari neozelandesi (1 miliardo di dollari) nelle entrate del Governo nei nove mesi fino alla fine di marzo ha suggerito che il deficit per l’anno che si concluderà a giugno 2024 potrebbe essere maggiore rispetto al deficit di 9,32 miliardi di dollari neozelandesi previsto a dicembre, hanno detto gli economisti.

Gli economisti della Bank of New Zealand hanno dichiarato in una nota che sarà opportuno tenere d’occhio un eventuale aumento della spesa per investimenti di capitale.

Questo non aumenterebbe il deficit (almeno non direttamente), ma si aggiungerebbe agli stimoli, al debito e ai requisiti di finanziamento, secondo BNZ. (1 dollaro = 1,6260 dollari neozelandesi) (Servizio a cura di Lucy Craymer; Editing di Lincoln Feast).

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui